Banca di Pescia e Cascina BCC: presentato il bilancio 2018

Via degli Alberghi, 26, Pescia, PT, Italia

Sito

0572 459541

CINQUANTACINQUE milioni di euro erogati complessivamente nel 2018, di cui quasi 36 milioni a favore di famiglie o persone fisiche, e poco meno di 20 milioni al sostegno di attività economiche. Più di 230 mila euro invece la somma destinata dalla banca per progetti culturali, sociali e associativi del territorio.

Il nostro sito web ha partecipato alla conferenza stampa tenutasi stamattina 21 maggio 2019 presso la Sala Conferenze della sede della Banca in località Alberghi, in veste, non di testata giornalistica (ruolo non ricoperto), bensì di promotore di progetti culturali e turistici sul territorio. 

Il bilancio 2018 di Banca di Pescia e Cascina Credito Cooperativo si è chiuso con un utile netto di 1,2 milioni di euro. Si tratta del secondo rendiconto dell’istituto di credito, nato per la fusione di Banca di Pescia e Banca di Cascina, che sarà sottoposto all’assemblea dei soci venerdì 24 maggio alle ore 18 all’Euro Hotel, a Cascina.

“Continuiamo ad operare in un contesto di perdurante situazione economica negativa e di elevata incertezza sulle prospettive di ripresa -hanno detto il presidente Franco Papini e il direttore generale Antonio Giusti-. La crisi non accenna ad allentare la morsa recessiva ma Banca di Pescia e Cascina rimane un sostegno importante per l’economia del territorio. Alle imprese e alle famiglie abbiamo risposto continuando ad erogare fiducia. Pensiamo che, solo sostenendo le reali necessità del tessuto sociale e produttivo, si possa dare un segnale in controtendenza”.

 “La raccolta da clientela, ovvero i risparmi che le famiglie hanno affidato alla Banca si è attestata a 715 milioni di euro”, ha dichiarato il direttore Giusti. “Il patrimonio netto della banca è intorno ai 50 milioni di euro. Il Cet1, considerato il principale indicatore di valutazione della solidità patrimoniale di una banca, supera il 15%”, assai superiore ai limiti previsti dalla normativa di vigilanza”. Il totale degli impieghi, ovvero dei finanziamenti a famiglie e imprese, supera i 420 milioni di euro. Sono stati ridotti i crediti deteriorati grazie ad un’operazione di dismissione di sofferenze realizzate lo scorso anno per complessivi 35 milioni, passati dunque da 96 milioni di euro a 61. “Ottimo è il livello di copertura dei crediti deteriorati in linea con la media nazionale delle Bcc”, ha detto ancora Giusti.

Sempre nel 2018 le associazioni sociali, sportive, culturali o di volontariato del territorio che hanno beneficiato di contributi erogati dalla Banca sono state quasi 250. Complessivamente negli ultimi 5 anni la banca ha distribuito circa 1,3 milioni di euro sul territorio in beneficenza o sponsorizzazioni.

Nei confronti della compagine sociale, Banca di Pescia e Cascina, ha avviato ad inizio anno tantissime iniziative e benefici esclusivi, di natura bancaria ed extrabancaria. Tra queste ultime si ricordano: “Il Nostro Territorio ci sta a Cuore”, un concorso che consiste in un concorso on line in cui è richiesto ai cittadini di dare la propria preferenza tra i progetti di intervento proposti, volti alla riqualificazione e sostegno del territorio; “Uso consapevole del denaro”, un progetto di educazione finanziaria rivolto agli studenti delle classi quinte delle scuole di primo grado e delle classi prime delle scuole secondarie; “Benvenuti in Banca” con la quale la Banca mette gratuitamente a disposizione delle associazioni o enti sociali, le sale conferenze in via Alberghi a Pescia e in viale Comaschi a Cascina; “Soci a teatro”, grazie alla quale 200 tra Soci e Soci con un accompagnatore hanno assistito ad uno spettacolo proposto dai teatri di Pescia, Cascina e Lucca; “pacchetto Scuola”, ovvero un programma di cinque iniziative per contribuire alla formazione dei giovani studenti residenti nel territorio, agevolarne lo studio, l’iscrizione a corsi universitari o esperienze di studio all’estero. Sono 3 finanziamenti a tasso zero e due concorsi per borse di studio per studenti di scuole medie inferiori, superiori e università.

Banca di Pescia e Cascina ha aderito al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, “con i numeri a posto e le carte in regola per continuare a fare ciò che ha fatto finora, con la massima autonomia decisionale, purché continui ad essere virtuosa come adesso”, ha detto Papini.

Commenta

visto 186 tempi, 1 Visita oggi

pubblicato Banche, Novità dal tuo paese e Sociale