Giubileo della Diocesi di Pescia, 14 Maggio 2019 – 25 Ottobre 2020

Piazza del Duomo, Pescia, PT, Italia

Sito

Il Giubileo pesciatino del 2019/2020 è un giubileo straordinario concesso dalla Santa Sede per celebrare l’anniversario dei 500 anni dalla fondazione della Diocesi di Pescia (1519-2019).

Questa rubrica segue e seguirà  tutti gli avvenimenti del Giubileo: dalla sua indizione fino a conclusione, per dare a chiunque avesse bisogno informazioni pronte e necessarie per la partecipazione attiva al giubileo diocesano. Anche la Diocesi aggiornerà la propria pagina web con gli eventi in calendario.

Pasqua 2019 – Il Messaggio del nostro vescovo mons. Roberto Filippini in occasione della Pasqua, a tutti i fedeli della Chiesa di Pescia che si appresta a festeggiare il Giubileo dei 500 anni:

PASQUA 

“Gioisca la madre Chiesa… “ Così, nella notte di Pasqua il diacono canta alla luce del cero e di tutte le piccole luci dei fedeli e invita l’assemblea cristiana alla gioia per la risurrezione di Gesù che ha vinto le tenebre del mondo.

A questa grande gioia vorrei invitare tutti i cristiani della Chiesa di Pescia che celebrano quest’anno la cinquecentesima Pasqua dalla nascita della Diocesi, augurando loro di rinnovare la propria fede e di riscoprire con entusiasmo la missione di annunciare ovunque la gioia di Gesù risorto, speranza di ogni uomo.

Nelle stazioni quaresimali abbiamo seguito il libro degli Atti degli Apostoli, confrontandoci con la Chiesa delle origini e cercando di ispirarci ad essa, per realizzare il progetto di Dio su di noi.

Vorremmo essere una Chiesa che sorge e risorge continuamente dall’ascolto della Parola di Dio proclamata dagli Apostoli e che si converte di giorno in giorno, uscendo dagli schemi perversi di chi cerca solo potere, denaro e successo ad ogni costo,  accogliendo lo Spirito di Gesù e la logica sublime del suo vangelo ( At 2,22-41).

Vorremmo essere una Chiesa dove si vive intensamente la comunione fraterna, nella condivisione di ciò che siamo e di ciò che abbiamo, nell’attenzione premurosa dell’altro e in un’esistenza che attinge dall’Eucarestia la capacità di amare e di servire come Gesù (At 2,42-47).

Vorremmo essere una Chiesa che non lascia indietro nessuno, soprattutto i più poveri  e i più deboli, che non discrimina e che accoglie le diversità per comporle in un arcobaleno di armonia (At 6,1-7; 8, 26-40).

Vorremmo essere una Chiesa di testimoni del Cristo crocifisso, che accettano con coraggio di andare contro corrente e di sopportare le incomprensioni e i pregiudizi, offrendo a tutti un messaggio di perdono e di pace (At 7).

Vorremmo essere una Chiesa, “gente di Pasqua”, che fa esperienza intima e viva del Risorto, di Gesù che non è solo vissuto duemila anni fa e che ancora ci parla dolcemente nel cuore, che illumina la nostra mente, che ci guida e ci accompagna nel cammino della storia, verso il Regno (At 22,1-21).

Gioisci Chiesa di Pescia! Rallegrati per i tuoi cinque secoli, e ringiovanisci  alla sorgente della vita, Cristo il Vivente. 

                                                                                                                                                                         + Roberto, Vescovo

 

Riporto si seguito anche gli appuntamenti del vescovo in occasione del Triduo Pasquale 2019:

 

Giovedì 18

9.00 Chiesa della Maddalena, Pescia: Liturgia delle Ore con il Capitolo

18.30 a San Francesco Pescia: S. Messa nella Cena del Signore

 

Venerdì 19 – Passione, morte e crocifissione del Signore

9.00 Chiesa della Maddalena, Pescia: Liturgia delle Ore con il Capitolo

18.30 a San Francesco Pescia: Azione Liturgica nella Passione del Signore

 

Sabato 20

9.00 Liturgia delle Ore con il Capitolo Cattedrale

nel pomeriggio, chiesa della Maddalena: confessioni

22.30 San Francesco Pescia: Veglia Pasquale

 

Domenica 21 – Pasqua di Resurrezione

10.30 San Francesco Pescia: Solenne Pontificale di Pasqua

18.30 a Montecatini Basilica: S. Messa

 

16 Aprile 2019 – Comunicato Stampa per presentazione del Logo del Giubileo e l’annullo filatelico:

Si è svolto Lunedì Santo, 15 Aprile 2019, l’evento di apertura del Giubileo diocesano indetto in occasione dei festeggiamenti per i 500 anni di fondazione della Diocesi di Pescia.

Il 15 Aprile, proprio come il 15 Aprile 1519 quando con una bolla di Papa Leone X veniva staccato il territorio della Valdinievole dalla giurisdizione della Diocesi di Lucca per creare la nuova Diocesi di Pescia.

Nella suggestiva “sala rossa” del Palazzo Vescovile, alla presenza del sindaco Oreste Giurlani, delle autorità civili e militari e di numerosi studenti e giornalisti è stato presentato e reso ufficiale il logo che raffigurerà l’anniversario di fondazione della Diocesi e il Giubileo. L’immagine è frutto di un concorso indetto dalla stessa Diocesi al triennio delle scuole superiori presenti sul territorio valdinievolino. Gli iscritti al concorso sono stati numerosi tanto che l’equipe giudicatrice ha ben pensato di riservare loro prima dell’inizio dei lavori individuali un incontro di formazione per fornire nozioni sulla storia, geografia e arte della nostra Diocesi. A seguito della consegna degli elaborati la commissione giudicatrice, composta da mons. Roberto Filippini vescovo di Pescia, don Francesco Gaddini direttore dell’Ufficio Beni Culturali diocesano, Can.co don Stefano Salucci canonico Presidente del Capitolo dei Canonici della Cattedrale, prof. Paolo Vitali storico dell’arte e il sig. Giancarlo Basile esperto in comunicazione, si è riunita per stabilire e decretare il vincitore.

Ebbene sono stati 4 ragazzi premiati, provenienti dal Liceo Artistico “Berlinghieri” di Pescia: Costanza Borselli di classe 5° AL, Mihaela Arnasu di 5°AL, Chiara Lombardi di 5° AL e Mattia Manfredini di 4° AL e seguiti dalla prof.ssa Jolanda Sebastio che ha accolto il progetto credendoci e incentivando i ragazzi fin dal primo momento.

Il logo risultato vincitore è quello dell’alunna Costanza Borselli, ed è un numero “500” poggiato su una forma stilizzata ma ben riconoscibile della facciata e del campanile della chiesa Cattedrale. Il numero “500” anch’esso stilizzato è stato tagliato sull’asse meridiano, per simboleggiare con gli “zeri” la navata destra e sinistra del Duomo, ma soprattutto per richiamare anche l’idea di un ponte che unisce la piazza (visibile nel numero “5”), alla chiesa simboleggiata con la forma della facciata attraverso un gioco di spazi pieni e vuoti anche per dare all’elaborato una chiave di lettura contemporanea.

Rilasciato dall’Ufficio diocesano per il Giubileo.

 

Riporto di seguito le due cartoline illustrative con l’annullo filatelico e la copertina della brochure, redatte da Poste Italiane Filatelia e che quindi sono da considerarsi oggetti da collezione:

Una Cartolina da collezione con immagine della “Madonna col Bambino” di Luca Della Robbia conservata nella Cappella del Vescovado, con l’annullo filatelico del Giubileo che riporta lo stemma Episcopale di mons. Filippini, vescovo di Pescia. (C: Poste Italiane Filatelia)

Il retro della prima cartolina mostra in alto a sinistra la descrizione dell’immagina frontale e i loghi episcopale e del Giubileo diocesano. (C: Poste Italiane Filatelia)

 

La seconda cartolina riporta un immagine della Bolla originale con cui Papa Leone X costituì la Diocesi di Pescia il 15 Aprile 1519 e custodita nella Biblioteca Capitolare. Sul francobollo è visibile l’annullo filatelico col logo diocesano del Giubileo. (C: Poste Italiane Filatelia)

Il retro della cartolina si presenta in testa a sinistra con la descrizione dell’immagina frontale e i loghi episcopale e del Giubileo diocesano. (C: Poste Italiane Filatelia)

 

La copertina della brochure distribuita in occasione del Giubileo diocesano: è mostrata una fotografia aerea della Cattedrale scattata dal drone, con in sovraimpressione il titolo e la descrizione dell’evento (Diocesi di Pescia, Quinto Centenario della Fondazione 1519-2019) (C: Poste Italiane Filatelia)

La seconda di copertina della brochure filatelica riporta una immagina elaborata graficamente della parte superiore della facciata della Cattedrale con la cupola e parte del campanile. (C: Poste Italiane Filatelia)

 

Martedì Santo 16 Aprile 2019 – Pubblicazione video di presentazione del Giubileo con il vescovo di Pescia mons. Roberto Filippini, al seguente link:   https://www.facebook.com/381079935590908/videos/1994545380841335/UzpfSTE0NDkwMDk1OTg1NDMzOTE6MTk2Nzg5NTg4MzMyMTQyNA/

 

Lunedì Santo 15 Aprile 2019: alle ore 10,00 sarà presentato il logo del Giubileo pesciatino e l’annullo filatelico, presso piazza del Duomo, 3 a Pescia.

Per l’occasione sarà presentato il folder contenente le cartoline con l’annullo filatelico a tiratura nazionale creato per l’occasione da Poste Italiane in occasione dei 500 anni della Diocesi di Pescia.

La prima foto dell’annullo filatelico. (C: Poste Italiane Filatelia)

L’annullo filatelico (o postale) è il timbro con il quale Poste Italiane lascia traccia sopra i francobolli delle lettere e cartoline postali spedite per impedirne il riutilizzo. Il timbri realizzati per l’occasione saranno due: uno raffigurante il logo del Giubileo diocesano e l’altro lo stemma del vescovo.

Entrambi i timbri verranno utilizzati per circa un mese da Poste Italiane, e rimarranno poi nella storia della filatelia italiana.

Di seguito la locandina:

 

14 Aprile 2018, Domenica delle Palme

Riporto di seguito il testo della Bolla inviata dalla Penitenzieria Apostolica con DECRETO di INDIZIONE DEL GIUBILEO STRAORDINARIO DELLA DIOCESI DI PESCIA PER I SUOI 500 ANNI DALLA FONDAZIONE.

BOLLA DI INDIZIONE DELL’ANNO SANTO PESCIATINO

La Penitenzieria Apostolica alfine di favorire la crescita religiosa dei credenti e la salvezza delle anime e in virtù della facoltà conferita in modo specialissimo dal Santissimo Nostro Signore Gesù Cristo a Francesco, per divina provvidenza papa, su devota richiesta del reverendissimo monsignor Roberto Filippini, vescovo di Pescia, in occasione del cinquecentesimo anniversario della Diocesi ricorrendo ai celesti tesori della Chiesa

CONCEDE

ai fedeli in Cristo di poter ricevere l’indulgenza plenaria dal 14 Maggio 2019 al 25 Ottobre 2020 a condizione di essere veramente pentiti e animati dalla carità, di confessarsi sacramentalmente, di comunicarsi e di pregare secondo le intenzioni del Sommo Pontefice.

L’indulgenza potrà essere ricevuta anche in suffragio delle anime del purgatorio visitando in devoto pellegrinaggio la Cattedrale di Pescia o qualsiasi chiesa giubilare stabilita dall’eccellentissimo vescovo e in esse partecipando ai riti giubilari  e alle cerimonie previste dalla lettera di richiesta di cui sopra, specialmente in occasione della peregrinazione  delle reliquie del patrono Sant’Allucio che verrà realizzata con grande affluenza di popolo nelle parrocchie della Diocesi. Si potrà ricevere l’indulgenza anche soffermandosi un po’ di tempo di fronte alle spoglie del Santo in pia meditazione, da concludersi con il Padre Nostro, il Simbolo della Fede e invocando l’intercessione della Beata e Vergine Maria e di Sant’Allucio.

Gli anziani, gli infermi e tutti coloro che per gravi motivi non possano uscire di casa potranno ottenere ugualmente l’indulgenza plenaria dopo essersi pentiti dei loro peccati e con la volontà di non più commetterli, osservate le qui sopra condizioni se parteciperanno spiritualmente alle celebrazioni giubilari offrendo a Dio misericordioso le preghiere, i dolori e le tribolazioni della proprio vita.

Questa Penitenzieria raccomanda vivamente alla Penitenzieria Diocesana, al clero della Cattedrale, ai parroci e ai sacerdoti provvisti delle necessarie facoltà per accogliere le confessioni di apprestarsi alla celebrazione del Sacramento della Penitenza con animo disponibile e generoso affinché grazie allo stile amorevole dei pastori sia più facile accedere al perdono divino che si riceve per mezzo della Chiesa.

Tutto quanto detto sopra è valido per il Giubileo Diocesano nonostante qualunque cosa in contrario.

Dato in Roma, presso questa Penitenzieria Apostolica, il giorno 28 del mese di Febbraio dell’anno del Signore 2019.

Cardinal Maurizio Piacenza, penitenziere maggiore,

Christophorus Nykyel, segretario.

 

Una foto della Bolla della Santa Sede

———————————————-

13 Febbraio 2018 – Riporto di seguito una intervista a S.E. mons. Roberto Filippini vescovo di Pescia, tenutasi il 13 febbraio 2018 sul canale digitale TV2000 (tv amministrata dalla CEI), riguardo al Giubileo diocesano del 2019/2020. E’ una primissima press-release importante dell’evento.

 

English version below

The Pescia’s Jubilee of 2019/2020 is an extraordinary jubilee granted by the Holy See to celebrate the 500th anniversary of the foundation of the Diocese of Pescia (1519-2019).

This column follows and will follow all the events of the Jubilee: from its announcement to its conclusion, to give anyone who needs ready and necessary information for active participation in the diocesan jubilee. The Diocese will also update the apòlicable web page with the events planned.

Easter 2019 – The Message of our bishop Mons. Roberto Filippini on the occasion of Easter, to all the faithful of the Church of Pescia that is preparing to celebrate the Jubilee of the 500th anniversary:

EASTER

“May Mother Church rejoice… Thus, on Easter night the deacon sings in the light of the candle and all the little lights of the faithful and invites the Christian assembly to joy at the resurrection of Jesus who overcame the darkness of the world.

To this great joy I would like to invite all the Christians of the Church of Pescia who celebrate this year the five hundredth Easter since the birth of the Diocese, wishing them to renew their faith and to rediscover with enthusiasm the mission of proclaiming everywhere the joy of the Risen Jesus, the hope of every man.

In the Lenten stations we followed the book of the Acts of the Apostles, confronting ourselves with the Church of the origins and trying to be inspired by it, to realize God’s plan for us.

We would like to be a Church that rises and rises again and again from listening to the Word of God proclaimed by the Apostles and that converts from day to day, coming out of the perverse schemes of those who seek only power, money and success at all costs, accepting the Spirit of Jesus and the sublime logic of his Gospel (Acts 2:22-41).

We would like to be a Church where fraternal communion is intensely lived, in sharing what we are and what we have, in the caring attention of others and in an existence that draws from the Eucharist the capacity to love and serve as Jesus (Acts 2:42-47).

We would like to be a Church that leaves no one behind, especially the poorest and weakest, that does not discriminate and welcomes diversity so as to compose it in a rainbow of harmony (Acts 6:1-7; 8:26-40).

We would like to be a Church of witnesses of the crucified Christ, who courageously accept to go against the current and to endure misunderstandings and prejudices, offering everyone a message of forgiveness and peace (Acts 7).

We would like to be a Church, “people of Easter”, who have an intimate and living experience of the Risen One, of Jesus who not only lived two thousand years ago and who still speaks softly to us in his heart, who enlightens our minds, who guides us and accompanies us on the path of history, towards the Kingdom (Acts 22,1-21).

Rejoice, Church of Pescia! Rejoice for your five centuries, and rejuvenate at the source of life, Christ the Living One.

+ Roberto, Bishop

 

I also report the appointments of the bishop on the occasion of the Easter Triduum 2019:

Thursday 18

9.00 a.m. Church of La Maddalena, Pescia: Liturgy of the Hours with the Chapter

18.30 in San Francesco Pescia: Holy Mass in the Lord’s Supper

Friday 19 – Passion, death and crucifixion of the Lord

9.00 a.m. Church of La Maddalena, Pescia: Liturgy of the Hours with the Chapter

18.30 at Saint Francis Pescia: Liturgical Action in the Passion of the Lord

Saturday 20

9.00 Liturgy of the Hours with the Cathedral Chapter

in the afternoon, Church of La Maddalena: confessions

22.30 San Francesco Pescia: Easter Vigil

Sunday 21 – Easter of Resurrection

10.30am Saint Francis Pescia: Solemn Pontifical of Easter

18.30 in Montecatini Basilica: Holy Mass

 

Bubble of the DECREE OF THE APOSTOLIC PENITERY WITH INDICTION OF THE EXTRAORDINARY JUBILEE OF THE DIOCESE OF PESCIA FOR ITS 500 YEARS FROM THE FUNDATION.

DOLL OF INDICTION OF THE HOLY PESCIA’S YEAR

The Apostolic Penitentiary in order to promote the religious growth of believers and the salvation of souls and by virtue of the faculty conferred in a very special way by the Most Holy Lord Jesus Christ to Francis, by divine providence Pope, at the devout request of the Most Reverend Monsignor Roberto Filippini, Bishop of Pescia, on the occasion of the five-hundredth anniversary of the Diocese, using the heavenly treasures of the Church,

CONCERDS

to the faithful in Christ that they may receive a plenary indulgence from 14 May 2019 to 25 October 2020 on condition that they are truly repentant and animated by charity, that they confess sacramentally, that they communicate and pray according to the intentions of the Supreme Pontiff. The indulgence can also be received in suffrage of the souls of purgatory by visiting the Cathedral of Pescia or any jubilee church established by the most excellent bishop on a devout pilgrimage and in them participating in the jubilee rites and ceremonies provided for in the letter of request mentioned above, especially on the occasion of the pilgrimage of the relics of the patron saint St. Hallucio which will be carried out with great influx of people in the parishes of the Diocese. You can also receive the indulgence by pausing a little time in front of the remains of the saint in pious meditation, to be concluded with the Our Father, the Symbol of the Faith and invoking the intercession of the Blessed Virgin Mary and St. Allucio. The elderly, the sick and all those who for serious reasons are unable to leave their homes will still be able to obtain a plenary indulgence after repenting of their sins and with the will to no longer commit them, observe the above conditions if they participate spiritually in the jubilee celebrations by offering to the merciful God the prayers, pains and tribulations of their lives.This Penitentiary strongly recommends to the Diocesan Penitentiary, to the clergy of the Cathedral, to the parish priests and to the priests provided with the necessary faculties to welcome the confessions to prepare themselves for the celebration of the Sacrament of Penance with a willing and generous spirit so that thanks to the loving style of the pastors it will be easier to access the divine forgiveness which is received through the Church.All the above is valid for the Diocesan Jubilee despite anything to the contrary.

Given in Rome, at this Apostolic Penitentiary, on the 28th of February in the year of the Lord 2019,

Cardinal Maurizio Piacenza, Major Penitentiary

Christophorus Nykyel, Secretary.

 

Commenta

visto 120 tempi, 2 Visite oggi

pubblicato Diocesi di Pescia, Morale Spiritualità Religione, Novità dal tuo paese e Turismo & Cultura