Foto-notizia 45: Pescia com’era. I “Veglionissimi ” nella seconda metà del Novecento

Pescia, PT, Italia

L’albo d’oro delle Miss. Una cronaca, con foto, del 1961.

Nel Carnevale in Valdinievole, dal 1948  (fino almeno al 1966 in maniera continuativa), una serata principe è sempre stata rappresentata dai “Veglionissimi della Stampa”, organizzata da giornalisti locali  sia a Pescia che a Montecatini Terme, oppure in qualche caso soltanto a Pescia e quasi sempre nel settecentesco Teatro Pacini, oppure soltanto a Montecatini Terme ed in questo caso al Kursaal.

 Regista della manifestazione era  di solito Vittorio Taddei.  Altri  “Veglionissimi” furono organizzati negli anni Sessanta anche da parte del Gruppo Universitario Pesciatino e qualche anno anche da parte degli studenti dell’Agrario. I bambini avevano invece i loro classici appuntamenti del “Giovedì Grasso” e della “Pentolaccia”, di puro divertimento e di partecipazione alla assegnazione di premi per le migliori mascherine.
Il  “Veglionissimo della Stampa” puntava anch’esso  al divertimento ma anche alla esibizione di abiti ed acconciature, con orchestra e cantanti spesso famosi, presentatori altrettanto (come nell’edizione 1960 con Don Marino Barreto jr., presentatore il  mitico  pesciatino Guido Angeli, e poi Dorelli,  nel 1965 a Montecatini Terme con presentatore Mike Bongiorno e nel 1966 sempre a Montecatini Terme con Fred Buscaglione).  Spesso però erano scritturati presentatori, orchestre e cantanti locali.  Con la indisponibilità negli ultimi decenni del secolo del Teatro Pacini, il “Veglionissimo” si era svolto al “Silvio Pellico”, alla Discoteca “Lolly Pop”, all’Osteria del Gambero Rosso di Collodi, a Villa Vezzani e in altri locali della Valdinievole.
Particolare attenzione era dedicata agli addobbi floreali, a cura naturalmente di floricoltori e fioristi di Pescia.
Riproduco una pagina del “Giornale del Mattino”  del 29 gennaio 1961 dedicata al Veglionissimo  conclusosi poche ore prima al Teatro Pacini. Presentatore Guido Angeli. Miss Stampa Gabriella Laus. Abiti premiati: Giannina Biagini, Ombretta Michelotti, Gabriella Lombardi, Donatella Lacroix , Lucia Silvestri e Anna Billi. Ci sono foto singole o di gruppo scattate durante la serata.   Ho riprodotto – sempre dalla stessa pagina del quotidiano –  anche l’albo d’oro della manifestazione dal 1948  al 1960.  Nella foto singola, il sorriso di Franca Nappolini, menzionata per l’eleganza nelle edizioni del 1960 e del 1966.
Traggo  quindi i nomi delle “Miss Stampa” degli anni dal 1962 al 2000 dal libro di Vittorio Taddei “L’attività ricreativa a Pescia nel secolo XX”, edizioni Ets, 2003.
Nel 1961, si è detto, a Pescia: Gabriella Laus e pochi giorni dopo a Montecatini: Marina dell’Arte. 1963, Montecatini Terme, Enrica Marchetti. 1964 ,Montecatini Terme, Anna Landi. 1965, Montecatini Terme, Gabriella Ercolini. 1966, Gambero Rosso, Liliana Pizza.
A causa dello scioglimento del Gruppo Stampa Valdinievole e della contemporanea chiusura del Teatro Pacini di Pescia, c’è un  “vuoto” di un decennio: dal 1976 Vittorio Taddei rilancia la manifestazione in locali diversi, prima insieme al “Gruppo Universitario Pesciatino” e poi come editore e direttore del periodico locale “Valdinievole 80”.
1976: Miss Stampa, Sabrina Angeli; 1977:  Ilaria Bertellotti, 1980: Daniela Ferri,  1981: Paola Giuntoli; 1982: Cristina Bartoli,  1983: Monica Valbonesi, comprimarie Lorena Giusti e Fausta Panigada;  1984: Patrizia di Gaetano; 1985: Roberta Pagnottelli; 1985: Festa della Donna, con “Lady” Donatella Giusti Bianchi. 1986: Katia Buralli e Nadia Scarnato,  1987: Concetta Paradiso;  1988:  Serena Pellicci; 1989:  Paola Calugi.  1990:  Ilaria Del Ministro.  1991:  (?) Giraldi, “Lady” Beatrice Baronti.
Sono le ultime “Miss”… negli ultimi dieci anni del secolo Vittorio Taddei continua ad organizzare feste, “Festa della Donna”, “Festa degli Innamorati” ed altro, sempre con il patrocinio del suo “Valdinievole ’80”, ma senza più consegna della fatidica fascia. Con il 2000  Vittorio Taddei si arrende definitivamente. Riconosce che i “Veglionissimi della Stampa”  ed altre feste hanno “gradatamente diminuito il loro fascinoso richiamo” in favore, per i giovani, delle discoteche.
 Testo italiano  di Paolo Landi.
English version below
albo d'oro veglionissimi serate spettacoli pesciaveglionissimi stampa spettacoli pescia albo d'oro veglionissimi serate spettacoli pesciaalbo d'oro veglionissimi serate spettacoli pesciaalbo d'oro veglionissimi serate spettacoli pescia
albo d'oro veglionissimi serate spettacoli pescia
albo d'oro veglionissimi serate spettacoli pesciaalbo d'oro veglionissimi serate spettacoli pescia
English version (summary)

Photo-news 45: Pescia as it was. The “Veglionissimi” (a local big party) in the second half of the twentieth century.

This article describes Miss’s roll of honour. We report a chronicle, with photos, of 1961.

In the Carnival in Valdinievole, from 1948 (until at least 1966 continuously), a prince evening has always been represented by the “Veglionissimi della Stampa” (a party of the press), organized by local journalists both in Pescia and Montecatini Terme.
The director of the event was usually Vittorio Taddei.
The “Veglionissimo della Stampa” aimed at a fun but also at the display of clothes and hairstyles, with orchestra, singers and often famous presenters.

Particular attention was paid to floral decorations, obviously by floriculturists and florists from Pescia.

From 2000 onwards the “Veglionissimi della Stampa” and other celebrations “gradually diminished their fascinating appeal” in favour of discos for young people.

Commenta

visto 1035 tempi, 2 Visite oggi

pubblicato "Le foto-notizie di Paolo Landi" e Turismo & Cultura